Il proverbio:

 
 
 
 

 
La Terra Berica celebre per la caparbietà, quasi tendente alla cocciutaggine, della gente che la popola trova in Palladio uno dei Suoi maggiori e noti personaggi, innovatore nel concepire l'architettura moderna come un sottile binomio tra paesaggio e bellezza estetica.
Resta comunque vero che la vinicultura ed enologia Vicentina non gode del giusto merito, come spesso ribadito dagli addetti ai lavori.
Per la nostra gente la vite è come l'albero del bene e del male, ma i Veneti hanno difeso questo loro religioso amore con una specie di invettiva:

"A chi no ghe piaxe el vin

Dio ghe toga l'aqua"

A parte questa massima, la vite e il vino nel nostro territorio ha radici antiche, tanto che si afferma che i Veneti prendano il nome dall'etimologia greca "enos" = uva, e perciò siano la gente del vino per eccellenza.
Dei vini vicentini parla Plinio il Vecchio nella sua Storia Naturale ed in particolare si parla di un vino retico, cantato in epoca augustea da Virgilio. Ateneo, filosofo greco del III secolo d.C. affermò che i vini vicentini erano stomatici e gradevoli: prima testimonianza storica attendibile sui vini vicentini.
In questa terra si producevano vini con i nomi del posto o di fantasia come il Maucco, il Syrac, il Barbarano rosso e l'Orgiano rosso, l'Arzignano rosso, il Bulgaro, la Malvasia di Nanto, il Riesling di Costozza, l'Ottonel, il Moscato di Lovertino.
Le varietà oggi raccomandate rimangono: Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Duella, Freisa, Garganega, Groppello gentile, Marzemino, Riesling renano, Rossignola Souvignon, Tocai friulano, Tocai rosso, Trebbiano di Soave, Trebbiano toscano, Vespaiolo.
Sono autorizzate: Barbera, Chardonnay, Ciliegiolo, Incrocio bianco Fedit 51 C.S.G., Traminer e Negrara trentina.
Proibite: ibridi come i vari Clinto e Clinton, Bacò, Seibel e l'uva fragola ammessa solo per mensa. Si trovano e sono tollerati: Lambrusco (Costa d'Olio di Breganze), Pinello.

In provincia di Vicenza, esistono tre zone DOC:
Breganze, Colli Berici, Gambellara.

La zona di produzione dei vini DOC Breganze si estende, attraverso un territorio suggestivo che, dal comune di Caltrano, si spinge sino al bassanese per una superficie di 15.712 ettari, attraverso una zona pedemontana ricca di vitie di meravigliosi frutteti.
In questa zona, vengono prodotti il Pinot Nero, il Breganze Bianco, il Pinot Bianco, il Breganze Rosso, il Pinot Grigio il Vespaiolo e il Cabernet.

I Colli Berici, che si sviluppano lungo la dorsale tra Verona e Padova, sono caratterizzati da un clima mite che, unito alla particolare composizione delle terre, contribuisce a far crescere forte e sana la vite.
La zona di produzione si estende, su di un area di 44.188 ettari. Oltre al celebre Tocai Rosso, si possono enumerare il Garganego, il Tocai Italico, il Pinot Bianco, il Sauvignon,il Cabernet e il Merlot.

Sulle ultime propaggini dei Lessini, a ovest di Vicenza, in terreno collinoso, sono situati i paesi di Gambellara, Montebello, Zermeghedo e Montorso.
Su terreni ondulati e fertili, che si estendono per 741 ettari, i vini DOCGambellara vengono ottenuti dal vitigno Garganego, particolare adatto per essere appassito e usato per il famoso Recioto, il quale, assieme all'asciuttoGambelllara e al dolce Vino Santo crea un trittico veramente di eccezione.

Per l'occasione è anche visitabile BIBLIOTECA INTERNAZIONALE "LA VIGNA" e Centro Cultura Civiltà Contadina - Palazzo Zaccaria - Contrà Porta Santa Croce 3 -36100 Vicenza - Tel. 0444/543000

Prodotti:

  • Garganego, Tocai Rosso;

  • Pinot Bianco, Sauvignon, Cabernet, Cabernet Riserva, Tocai Italico, Merlot.

 

LE UVE

La denominazione "Colli Berici" da indicarsi in etichetta, con la specificazione di uno dei seguenti vitigni: Garganega o Garganego, Tocai Italico, Sauvignon, Pinot Bianco, Merlot, Tocai Rosso, Cabernet, è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti dai vigneti costituiti dai corrispondenti vitigni.

Le uve destinate alla produzione dei vini "Colli Berici" devono essere prodotte nella zona che comprende tutto il territorio dei seguenti comuni: Albettone, Alonte, Arcugnano, Barbarano Vicentino, Brendola, Castegnero, Grancona, Mossano, Nanto, Orgiano, S. Germano dei Berici, Sovizzo, Villaga, Zovencedo ed in parte nel territorio dei comuni di Asigliano, Campiglia dei Berici, Creazzo, Longare, Lonigo, Montebello Vicentino, Montecchio Maggiore, Montegalda, Montegaldella, Monteviale, Sarego, Sossano, Vicenza. La resa massima di uva per ettaro di coltura specializzata non dovrà superare per i vini Tocai Italico, Sauvignon, Pinot Bianco, Tocai Rosso e Cabernet i 120 quintali, Merlot i 130 quintali, Garganega i 140 quintali. La resa massima dell'uva in vino non deve essere superiore al 70% per i vini Garganega, Tocai Italico e Merlot ed al 65% per i vini Sauvignon, Pinot Bianco, Tocai Rosso e Cabernet . Le uve destinate alla vinificazione devono assicurare ai vini Tocai Italico, Sauvignon, Merlot, Pinot Bianco, Tocai Rosso e Cabernet una gradazione alcolica complessiva minima naturale di 10,5; al vino Garganego una gradazione alcolica minima naturale di 10.

La zona D.O.C. Colli Berici è molto vasta e abbraccia tutti i comuni della zona collinare berica posta a sud di Vicenza. Per la particolare natura del terreno e clima vengono prodotti vini di qualità. La gamma dei vini è molto vasta, comprende 7 vini D.O.C. di cui 4 bianchi, 2 rossi e un rosato. Questa varietà e disponibilità di vini permette di rispondere alle più varie esigenze di abbinamento enogastronomico. I vini bianchi sono il Pinot Bianco, Il Sauvignon, il Tocai Italico e il Garganego. Presentano caratteristiche di tipicità che li vedono abbinati prevalentemente a piatti delicati, minestre, risotti, antipasti e secondi a base di pesce.

Il Tocai Rosso, vino rosato e caratteristico della zona, rappresenta il vino legato alla tradizione enogastronomica dei Colli Berici. Viene abbinato inoltre al piatto tipico vicentino, il baccalà. I vini rossi sono il Cabernet e il Merlot. Il primo rappresenta un vino rosso che si accompagna a piatti robusti, carni rosse e cacciagione che nel periodo autunnale e invernale sono dei menù tipici locali. Il Merlot è un vino rosso meno impegnativo, ma non per questo meno profumato e armonico. Si abbina a piatti a base di coniglio, pollame, faraone e tacchini, piatti di una cucina legata alla vita contadina locale. I vini D.O.C. Colli Berici si rivolgono a soddisfare tutti i gusti, anche i più esigenti, in particolar modo chi, dopo la visita delle bellezze dell'arte palladiana, è alla ricerca di sapori locali, gustati nel verde e nella quiete di paesaggi in cui lo stesso Palladio, amava abbandonarsi.

GARGANEO: Sapore: Asciutto, armonico, leggermente vinoso e amarognolo. Colore bianco; 10 Grad. Vol.; Da abbinare a tutto il pasto, antipasti di mare, pesce.

TOCAI ROSSO: Sapore: In po' amarognolo, armonico, giustamente tannico; Colore rosato; 11 Grad. Vol.; Da abbinare ad arrosti delicati, salumi fini.

CABERNET: Sapore: Asciutto, robusto, giustamente tannico, di corpo; Colore rosso; 12 Grad. Vol.; Da abbinare a arrosti di carni rosse alla griglia, allo spiedo, cacciagione e selvaggina, formaggio grana.

MERLOT. Sapore: Armonico, morbido, di corpo pieno; Colore rosso; 11 Grad. Vol.; Da abbinare a arrosti di carni bianche e rosso, pollame e coniglio.

PINOT BIANCO. Sapore: Armonico, pieno, vellutato; Colore bianco; 11 Grad. Vol.; Da abbinare a risotti, pesce, crostacei.

TOCAI ITALICO. Sapore: Asciutto, armonico, fresco, di corpo; Colore bianco; 11 Grad. Vol. Da Abbinare a risoti di pesce, uova e asparagi.

SAUVIGNON. Sapore: Asciutto, armonico, fresco, di corpo; Colore Bianco; 11 Grad. Vol.; Da abbinare ad antipasti di pesce, pesci bolliti o al cartoccio, minestre e creme vellutate, souflé.

I Breganze D.O.C.

Il Vespaiolo. Si coltiva solo qui . Di colore giallo paglierino piuttosto carico , profumo intenso fruttato, di sapore fresco e piacevole . Si sposa con piatti di pesce , anguilla , trota , baccalà ,e si accompagna ottimamente alla cucina tradizionale locale .

Il Breganze Bianco e' sostanzialmente un Tocai , che puo' essere vinificato con una modica quantità di altre uve bianche se presenti nel vignato. Di colore giallo paglierino , di odore vinoso delicatamente intenso e di gusto asciutto , rotondo . Buon vino bianco da tuttopasto.

Il Breganze Chardonnay . Gusto equilibrato , gradevolmente morbido , vellutato e armonico , ha un profumo intenso : è un vino per tutte le occasioni , da pasto e fuori pasto.

Il Breganze Sauvignon , di profumo delicato , dolce , piu' o meno aromatico.

Il Breganze Rosso , ripropone in sostanza , la forza e le caratteristiche del Merlot . Il colore è rosso rubino vivo , odore vinoso , piacevole , espressivo e caratteristico . Ottimo da tuttopasto . Da provare con i torresani .

Il Breganze Cabernet , di discreta gradazione naturale , di colore rosso rubino scuro co riflessi granati e di odore molto intenso .

Il Breganze Cabernet Sauvignon , di colore rosso rubino intenso , di profumo erbaceo , intenso e persistente , vinoso , caratteristico . Ottimo vino da tuttopasto , è in grado di accompagnare quasi tutte le pietanze .

Il Breganze Marzemino , di un bel rosso rubino vivace , con profumo intenso e caratteristico e un gusto pieno , personale e gradevole .

Il Breganze Pinot Nero , di colore rosso rubino , di profumo delicato e di sapore asciutto e sapido . Vino da tuttopasto che si accompagna ai piatti di carne e agli arrosti.

Il Breganze Pinot Bianco , di gusto secco , molto armonico e vellutato .

Il Breganze Pinot Grigio , di gusto secco , vellutato con colore giallo , molto caratteristico . Ottimo da tuttopasto , ma anche da assaggio , si abbina piacevolmente con i piatti di pesce , carni leggere , non disdegnando il formaggio Asiago e gli insaccati .

Il Torcolato. Sembra che la produzione del vino in maniera sistematica su queste colline , sia iniziata intorno al 1600. Ma a queste latitudini , allora come adesso , i vini , specialmente alcune varietà come la Vespaiola , faticavano a maturare e giocoforza la produzione si e' indirizzata verso vini appassiti. Nei secoli successivi , il Torcolato è divenuto il vino piu' famoso dei colli vicentini e ha eletto la sua capitale, in quel di Breganze . Il Torcolato si produce con uva Vespaiola , con aggiunta in minore quantità di Tocai ,Garganega e , talora , Pedevenda o Durella . Quando i grappoli sono ben maturi , essi vengono oculatamente scelti e quindi appesi con deglì spaghi , attorcigliati cioe' "torcolati" alle travi di soffitte asciutte ed aereate .
Da un quintale di uva non si ricavano mediamente piu' di 20/25 litri di vino . Dopo qualche mese , in cui le uve sono state lasciate appassire , hanno perso buona parte del peso e gli zuccheri si sono concentrati , si procede all pigiatura degli acini . Le uva vengono "torchiate". Terminata la fermentazione , il vino viene messo tradizionalmente in botticelle di rovere .
Piacevole da bere solo , è ideale per inzupparvi la classica pasticceria secca locale o , a fine pranzo , con il dolce .

 Caratteristiche tecniche : di colore giallo tendente al dorato , fino all'ambrato , ma chiaro e brillante. Profumo di straordinaria ricchezza e finezza , molto variegato , complesso , con sentori di frutta matura, frutta tropicale , miele .
Al gusto si rivela dolce , con una appropriata acidità e una bella freschezza.

 
 
della porchetta
del panin onto
dell'anguria
poenta e osei
dei maroni
del mas-cio
tutte le feste
Amicidipego vol. 1
Il maiale tira
Compilation 3
scarica gratis
poenta e osei.mp3
video
tutta la discografia
Felpa PEGO
cappellini
tazze
camicie
cavatappi
tutta la produzione
Mai dire grande frat
Contro Campo
Le iene
Chi vuole essere mil
Zelig
Tutto noaro
San Scemo
tutta le trasmissioni
Matteo
Pego
Andrea
Spanta
Checco
Bruno Balocca
Mosca
Ale
Brunetta Balocca
ignoto
tutte le lauree
Dimension porchetta
Venezia e il vino
The UnderTakers
San Scemo
Articoli Focus
Fotomontaggi
Biglietti Auguri
Diario
I miti
Scarica Gratis
giochi
Saggezza
Unità di misura
Viaggio marte
FC COA
Calcetto vicenza
GEA
GRRC
Matteo Rocchetto
Marco Zebele
The Glitters
tutti i link